L’AQUILA: Emergenze dell’ospedale San Salvatore ; 520 mila euro da donazioni private per il potenziamento della Terapia Intensiva

87

ANCE L’Aquila, Fondazione Carispaq, L’Aquila per la Vita e Associazione V.A.Do. onlus uniscono le forze per l’avvio di un importante progetto strutturale nel campo dell’area critica sanitaria.

DIRETTA WEB

 

E’ stato firmato oggi, presso la sede della Fondazione Carispaq, il Protocollo d’Intesa per la realizzazione del progetto di potenziamento della terapia intensiva dell’Ospedale San Salvatore di L’Aquila “G. Leonardis”. Il documento, che segna l’avvio dell’iter procedurale, è stato sottoscritto dai rappresentanti delle istituzioni donatrici: Domenico Taglieri Presidente della Fondazione Carispaq, Nunzio Buzzi Presidente dell’Associazione V.A.Do., Giorgio Parravano Presidente dell’ Associazione L’Aquila per la Vita e  Adolfo Cicchetti presidente di ANCE L’Aquila. A garanzia della trasparenza delle procedure tutto l’iter sarà condiviso con l’Associazione Tribunale per i Diritti del Malato dell’Aquila.

 

La somma destinata all’intervento, pari a 520 mila euro, rappresenta il frutto delle donazioni raccolte nel corso dell’emergenza Covid da parte dell’associazione V.A.Do. per 170 mila euro, alle quali si sono aggiunti gli interventi istituzionali dell’ANCE L’Aquila per 100 mila, della Fondazione Carispaq per 150 mila euro dell’Associazione L’Aquila per la Vita con lo stanziamento di 100 mila euro.

Il Protocollo d’Intesa prevede la costituzione di un “Comitato di Garanzia dei Finanziatori” che avrà il compito di coordinare e supervisionare le singole fasi procedurali dell’intervento.  Il Comitato, presieduto dal Prof. Franco Marinangeli, Direttore dell’U.O.C. Anestesia e Rianimazione del P.O. San Salvatore, è composto dai rappresentanti legali delle parti sottoscrittrici, da un referente della ASL 1 L’Aquila, Avezzano Sulmona e del Tribunale per i Diritti del Malato.