Papa Francesco saluta i pellegrini e benedice il Cammino del Perdono

343
manuwebtv-Papa-Francesco-saluta-pellegrini-benedice-Cammino-Perdono

 

in San Pietro in Vaticano l’arrivo dei pellegrini del Cammino “Sui Passi dei Papi” con le parole di un grande Papa

Il saluto di benedizione di Papa Francesco, durante l’Angelus, ai pellegrini del Cammino del Perdono e poi il gesto, sorprendente quanto inaspettato, di salutarli con il fazzoletto del Cammino del Perdono lanciatogli da un pellegrino durante la sua passeggiata su Piazza San Pietro in Vaticano a bordo della papa mobile: si è conclusa con questi due gesti di misericordia e di condivisione spirituale l’esperienza inaugurale del percorso Sui Passi dei Papi. Immagini ed emozioni fortissime che ogni pellegrino giunto dall’Aquila a piedi o in autobus serberà nel cuore e nella memoria in maniera indelebile. Le parole semplici e dirette del Papa, come è nel modo unico che ha di comunicare con tutti, il contesto emozionante e coinvolgente, tutto resterà caro nel cuore e nelle mente di tutti coloro che hanno partecipato.
Un’esperienza che ha portato una decina di camminatori a sperimentare per primi uno dei cinque cammini de “Il Cammino del Perdono” che il Movimento Celestiniano dell’Aquila sta costruendo da molti anni, un lavoro lungo arrivato finalmente all’inaugurazione di uno dei percorsi tracciati e mappati fin nei minimi dettagli e che aprirà ai camminatori di tutto il mondo entro il mese di luglio prossimo. Questi primi pellegrini che hanno ricevuto anche la benedizione di Papa Francesco hanno attraversato in circa 220 chilometri parte dell’Abruzzo interno e attraverso Celano, Capistrello e altri centri della Marsica sono arrivati nel Lazio dove: Trevi, Subiaco, il Santuario della Mentorella, tutti luoghi dove si respira ancora oggi una forte ed intensa spiritualità legata anche ai culti di San Pietro Celestino e San Bernardino. Sono stati accolti con grandissimo entusiasmo dalle popolazioni locali. Ultima tappa proprio Roma, anzi San Pietro in Vaticano, dove si è conclusa un esperienza di viaggio indimenticabile perché questi pellegrini per primi hanno potuto scoprire luoghi del nostro Paese praticamente sconosciuti ma dalla bellezza unica. Un viaggio emozionale dunque che, indipendentemente dalla fede o dal credo religioso, porta anche alla scoperta o riscoperta di sé stessi, del proprio respiro, del proprio corpo, dei propri pensieri.
Con la benedizione del papa, il Cammino del Perdono assume una vitalità nuova, una spinta a fare meglio e di più, un viatico fantastico per portare il messaggio di perdono celestiniano a tutti coloro che vogliono capire come sia possibile un nuovo modello di società improntato sulla fratellanza, insomma, come possa il Vangelo essere applicato ai tempi moderni. Grazie Papa Francesco. Grazie per la tua benedizione.