“RICOSTRUIRE LA MEMORIA PER SALVARE IL FUTURO. LA RUSSIA A L’AQUILA. DIECI ANNI DOPO.”

56

La commemorazione della Federazione Russa per L’Aquila in occasione del decennale del sisma

L’Aquila, “Ricostruire la memoria per salvare il futuro. La Russia a L’Aquila. Dieci anni dopo”, è questo il tema della commemorazione che la Federazione Russa, unita alla Città dell’Aquila da un indissolubile legame di solidarietà, amicizia e gratitudine, ha voluto per onorare la memoria delle vittime del 6 aprile 2009. L’evento, organizzato congiuntamente dall’’Ambasciata della Federazione Russa in ItaliaComune dell’Aquila e associazione “L’Aquila Siamo Noi”, si terè tenuto mercoledì scorso a Villa Abamelek, residenza romana dell’Ambasciatore russo.

REPORTAGE di Emmanuel Ntawizera

Oltre al doveroso omaggio alla memoria delle vittime del sisma, è ricordato lo straordinario impegno del Governo della Federazione Russa a favore dell’Aquila, sin dalle prime ore dopo la catastrofe, impegno culminato nel complesso recupero e restauro di Palazzo Ardinghelli e della Chiesa di San Gregorio Magno.

Ospiti d’onore della serata alcuni familiari delle vittime, esponenti del Corpo Diplomatico accreditato in Italia, rappresentanti delle istituzioni politiche, imprenditoriali e culturali aquilane, abruzzesi e russe, il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.