Approvato disciplinare con Invitalia per centrale di committenza ricostruzione scuole a L’Aquila

76

L’AQUILA – La Giunta comunale dell’Aquila ha approvato il disciplinare d’intesa con Invitalia, per conferire a quest’ultima il ruolo di centrale unica di committenza per gli appalti di edilizia scolastica. Lo ha reso noto l’assessore alla Ricostruzione pubblica, il vice sindaco Raffaele Daniele, che ha proposto il provvedimento approvato dall’esecutivo

“Un piccolo passo, ma comunque significativo nel complesso quadro della ricostruzione delle scuole – ha spiegato Daniele – e questo grazie alla caparbietà del Comune, che a dicembre scorso inoltrò una nota al Miur con questa richiesta e che il mese scorso ha provveduto a definire gli accordi con lo stesso ministero dell’Istruzione e della Struttura tecnica di missione, nel corso di un incontro al quale ha partecipato il sindaco Pierluigi Biondi. Una volta sottoscritto il disciplinare con Invitalia, partiranno subito le prime procedure di appalto per l’ex scuola dell’infanzia ‘Tommaso Campanella”, per la scuola primaria “Celestino V’ e per la ricostruzione della scuola dell’infanzia ‘Vetoio e Pettino’. Come ha ricordato lo stesso sindaco Biondi qualche tempo fa, questa amministrazione non è mai stata immobile sul fronte della ricostruzione, del recupero e dell’allestimento di nuovi poli scolastici, programmando 54 interventi di cui 23 in progettazione”.

Il vice sindaco Daniele ha chiarito che “l’operazione con Invitalia comporterà che non ci saranno costi a carico dell’amministrazione comunale, in quanto – ha aggiunto – le spese relative alle procedure di appalto saranno a carico dei fondi Cipe stanziati con la delibera 77 del 2017 per le cosiddette azioni di sistema. Fondi pari complessivamente a 25 milioni di euro, che il Cipe ha assegnato alla stessa Invitalia”.

L’assessore alla Ricostruzione pubblica ha anche fornito alcuni dettagli sulle modalità di intervento della società di Stato. “Con un apposito atto di attivazione – ha osservato – il Comune chiederà a Invitalia di assumere le funzioni di centrale di committenza per ciascun intervento. L’ente nominerà un responsabile unico del procedimento e assumerà gli impegni necessari per garantire la funzionalità di Invitalia nel corso dell’iter per l’affidamento dei lavori. Una collaborazione stretta che ha l’obiettivo di portare a casa dei risultati tangibili e importanti in un settore come quello del patrimonio degli edifici scolastici. Come affermato dal sindaco Biondi qualche settimana fa, questa non è la soluzione ottimale al problema complessivo. Tale soluzione definitiva risiede in ciò che il sindaco Biondi ha richiesto a più riprese, ossia l’adozione di norme semplificate. Ma intanto possiamo dare concretezza alla prima parte di un’operazione piuttosto articolata e che comunque porterà dei vantaggi alla città”.