L’AQUILA: 50 MIGRANTI IN CENTRO STORICO, SPAZIO A DONNE E BIMBI IN FRATERNA TAU

435


L’AQUILA – Sono 50 i migranti che si sposteranno in un palazzo di via Roma, all’Aquila, ricostruito post-sisma, dalla Fraterna Tau del Movimento Celestiniano in via Paolucci.

In quest’ultima struttura, una volta completato il ‘trasloco’ in via Roma, potranno essere ospitate donne e bambini come da progetto iniziale.

Da quanto appreso, l’affitto dei locali di via Roma è di 6 mila euro al mese.

A confermare il tutto  è Pierino Giorgi, responsabile del Movimento Celestiniano. “Sono ragazzi che vivono qui all’Aquila da tre anni – spiega Giorgi – e sono già integrati. Per loro si sta predisponendo un inserimento lavorativo, visto che socialmente sono già ‘dentro’ la città”.

“Il palazzo di via Roma è di proprietà dei Rotilio – precisa – ed era pronto per ospitare una Residenza sanitaria assistita, prima che arrivasse il terremoto del 6 aprile del 2009. Si tratta, quindi, di un luogo assolutamente idoneo e attrezzato per queste persone”.

“Leggo che avremmo intenzione di ospitarci addirittura 150 migranti – le parole di Giorgi in riferimento alle polemiche scoppiate ieri per la diffusione di una notizia che parlava, appunto, di un numero più alto di migranti da collocare in via Roma – e allora, permettetemi di rilanciare: ne ospiteremo mille!”.

“Per questi ragazzi non è previsto il vagabondaggio – commenta ancora Giorgi – di fatto, hanno il tempo organizzato in modo talmente preciso, che gli è praticamente impossibile trovarne un po’ per perderlo. Tutti si riempiono la bocca per il centro storico ancora in gran parte terremotato e vuoto, ma adesso che un ‘pezzetto’ della città che funziona e che accoglie può riaccendere le luci in mezzo ai cantieri, non va bene”.(AW)